La regione si trova a Nord Ovest dell’Italia,.

Vanta alcune delle cime più alte delle Alpi, tra tutte spicca nella sua maestosità, il Monte Bianco con i suoi 4.807 metri di altezza, poi Cervino, Monte Rosa e Gran Paradiso.

Gli splendori naturali, preservati nel Parco Nazionale e nelle Riserve della Regione, custodiscono importanti monumenti e beni storici-artistici, appartenenti alle antiche civiltà del passato, Romani fra tutti.

La regione possiede due nomi ufficiali: Regione Autonoma della Valle d’Aosta e Région Autonome Vallée d’Aoste.

La lingua autoctona è il franco – provenzale, nella sua varietà valdostana.

Il turismo è il settore economico più sviluppato, grazie al paesaggio che può essere ammirato durante l’inverno, diventando meta per gli amanti dello sci e degli sport sulla neve, e in estate, per gli amanti dell’escursionismo.

La bellezza e il fascino della regione sono sottolineati altresì dalla presenza di numerosi castelli, alcuni ancora ben conservati e visitabili, altri, di cui restano solo le rovine; il castello di Bard è meta di visite per scolaresche e turisti, racchiude in sé la storia degli antichi popoli che hanno popolato la regione.

La Valle d’Aosta, oltre ai numerosi castelli, è una regione ricca di musei, tra i quali vengono menzionati il MUSEO  DELL’ARTIGIANATO VALDOSTANO DI TRADIZIONE, sito nel comune di Fénis, che raccoglie le testimonianze della tradizione artigianale valdostana, viva ancora ai nostri giorni.

La cucina valdostana è ricordata in particolare per il formaggio “fontina” che ritroviamo in numerosi piatti, e per le zuppe, a base di carne, cavoli e patate.