la regione è la seconda isola più grande del Mediterraneo; è separata dalla Corsica dalle Bocche di Bonifacio.

Il territorio è prevalentemente montuoso e collinare; gli altopiani presenti vengono chiamati giare.

Le pianure principali sono il Campidano a sud e la Nurra, nella zona di Sassari e Alghero.

La caratteristica della regione, dal punto di vista paesaggistico e archeologico, sono i nuraghe disseminati su tutto il territorio, che testimoniano la presenza di un’antichissima civiltà che ha vissuto in Sardegna per molti secoli. Di grande fascino per le escursioni sono le numerose grotte presenti sull’isola, tra quelle sommerse, la Grotta di Nereo è ritenuta la più vasta tra quelle sommerse nel Mediterraneo.

Le feste scandiscono lo scorrere del tempo e sono legate alla tradizione e all’affermazione della cultura sarda nel mondo; spesso le feste durano più giorni e richiamano le comunità vicine e lontane.

Le più conosciute sono: la Festa di Sant’Efisio a Cagliari, la Sagra del Redentore a Nuoro, Sa Sartiglia a Oristano, la Festa del Rimedio ad Ozieri, i riti della Settimana Santa in varie parti dell’isola.

I nuraghi sono inseriti nell’elenco dell’UNESCO come patrimonio dell’umanità.

La cucina sarda è molto varia ed è basata su ingredienti semplici e naturali; il pane realizzato con diverse lavorazioni e lievitazioni, è alla base di molti piatti: il pane carasau, detto anche carta da musica, è utilizzato nella preparazione di minestre.

Per l’antica tradizione dei pastori, la Sardegna è produttrice di ottimi formaggi apprezzati in tutto il mondo, come il pecorino.

La Sardegna possiede anche ricchi giacimenti di ossidiana  e minerali, estratti dal sottosuolo; l’artigianato costituisce una risorsa economica molto importante, sviluppato in diversi campi con risultati straordinari e unici. La lavorazione di tessuti e tappeti al telaio, lavori artigianali di oreficeria, parte integrante dei costumi tradizionali, le ceramiche e la lavorazione del sughero, sono caratteristica di questa terra.

La bellezza delle coste e la natura selvaggia, fanno dell’isola un richiamo importante per il turismo internazionale; la Costa Smeralda e Porto Cervo sono località ben conosciute dal Jet-Set internazionale; ma il turismo è anche di tipo archeologico e storico, dato dai paesi e dalle città presenti su tutto il territorio.