La regione si trova nell’Italia meridionale  ed è bagnata dal Mar Tirreno.

 Il territorio è prevalentemente collinare. L’arcipelago campano comprende le isole di Ischia, Capri e Procida, mete turistiche di incomparabile bellezza e mondanità.

Tra le coste più importanti e famose, ci sono quelle della penisola sorrentina e cilentana.

Ricordiamo inoltre, la costiera amalfitana, uno dei punti d’eccellenza del turismo italiano, divenuta nel 1997 patrimonio dell’UNESCO, e comprende 15 comuni: Amalfi, Atrani, Cetara, Conca dei Marini, Corbara, Furore, Maiori, Minori, Positano, Praiano, Ravello, Sant’Egidio del Monte Albino, Scala, Tramonti e Vietri sul Mare.

La particolarità e la bellezza del territorio costiero, fanno della Campania una terra da scoprire e da ammirare nel suo splendore. Sono inseriti due parchi nazionali e diverse aree protette e oasi naturali.

La nota caratteristica della Campania resta comunque il Vesuvio e la sua caldara; tuttora attivo, il vulcano è situato leggermente all’interno del Golfo di Napoli.

Per la presenza di una vasta zona vulcanica sono da ricordare e da scoprire i Campi Flegrei, dal greco “flègo”, brucio situati a nord-ovest della città di Napoli.

La Campania e i suoi comuni, nel corso della loro storia, hanno avuto un ruolo di primaria importanza in ambito locale e sovraregionale. Tra le manifestazioni più importanti, si ricordano lo scioglimento del sangue di San Gennaro, che avviene tre volte l’anno presso il Duomo di Napoli e la festa della tamorra, che si svolge di solito, durante la prima settimana di giugno.

Merita di essere menzionata la secolare tradizione del presepe, arte vera e propria mantenuta viva dalle innumerevoli botteghe artigianali presenti nella città partenopea.

L’arte napoletana è espressa in tutte le sue sfumature da personaggi eclettici che hanno esportato in tutto il mondo il mondo italiano nelle sue più intense coloriture: Totò e Sophia Loren nel cinema, Erri de Luca e Roberto Saviano per la letteratura, Enrico Caruso, Massimo Ranieri, Edoardo Bennato e Pino Daniele per la musica, sono gli emblemi una terra ricca di storia che esprime attraverso le loro parole e il loro nome la complessità e l’appartenenza al popolo e alla tradizione.

E la cucina? Pizza, Spaghetti, mozzarella, la pastiera e il babà per citare i piatti più famosi, hanno portato il nostro marchio made in Italy in tutto il mondo, senza però perdere l’alta qualità dei prodotti e l’amore nella loro preparazione.